logo
Categoria: Altri sport
tennis-club-sardegna-cristiano-russo-traccia-la-rotta-gruppo-unito-e-compatto-la-serie-b-sfiorata-il-punto-da-cui-ripartire

Tennis Club Sardegna, Cristiano Russo traccia la rotta: "Gruppo unito e compatto, la serie B sfiorata il punto da cui ripartire"

La delusione per la mancata qualificazione alla serie B ha subito lasciato spazio all'unione d'intenti ed alla valorizzazione di quanto di positivo fatto in un'annata dai contorni epici, a cui è mancata solo la ciliegina finale su una gustosa torta preparata con gli ingredienti giusti vittoria dopo vittoria. 

"Eravamo partiti con pochissime aspettative, e secondo me, questa è stata la chiave per superare in scioltezza le fase eliminatorie fino a spingerci ad un soffio dalla serie B - ci confida Cristiano Russo, napoletano di nascita e terracinese d'adozione, alfiere dello storico Tennis Club Sardegna fondato da Franco Di Micco. 

Un cammino partito da lontano e privo di eccessive pretese, divenuto - con il tempo -  un inno al lavoro e alla voglia di non mollare mai. "Siamo scesi in campo con l'ambizione di fare bene partita dopo partita,  acquisendo sempre maggiore consapevolezza delle nostre qualità - continua Russo.

Quando abbiamo sfidato e sconfitto il Tennis Montevarchi, nella penultima sfida, ci siamo resi conto di quanto il nostro gruppo fosse così compatto e forte
- rimarca con enfasi ed orgoglio il tennista campano.

La beffa finale, giunta mentre il quartetto formato dallo stesso Russo, Giulio Vittorini, Simone Sponticcia e Federico Bove si trovava ad un gradino dall'Olimpo tennistico, non ha scalfito le certezze e lo spirito battagliero di un team affiatato e già proiettato verso il futuro.

"Ognuno di noi si sta allenando duramente per regalare emozioni e vittorie, e non ti nascondo che la nostra ambizione è quella di salire in B: con l'abolizione della fase nazionale (nuova regola nel 2020 ndr) ci basterà superare le fasi regionali ed accederemo di diritto in serie B.

L'appogio e il calore del pubblico terracinese, la vicinanza del tuttofare Di Micco e la meticolosa programmazione sono state le fondamenta dell'exploit del circolo terracinese. "Siamo pronti a vivere una nuova stagione da protagonisti: con innesti mirati e qualche piccolo accorgimento tecnico e tattico, infatti, potremmo dire la nostra anche nel 2020

E poi - conclude Russo - siamo già carichi e desiderosi di scendere in campo, per divertirci e far divertire il pubblico ci è sempre stato affianco spingendoci fino alla fine".
Top