logo
Categoria: Beach soccer
l-intervista-capitan-frainetti-non-si-nasconde-chiudiamo-in-testa-il-girone-a-catania-per-conquistare-il-titolo

L'intervista - Capitan Frainetti non si nasconde: "Chiudiamo in testa il girone, a Catania per conquistare il Titolo"

La serie aperta di sei gare senza sconfitte in campionato, un cammino in Coppa Italia macchiato soltanto dalla finale persa contro il Catania Beach Soccer, un campionato da provare a riportare in riva al Tirreno. Questo, in sintesi, il percorso del Terracina Beach Soccer Club di mister Angelo D'Amico, che a partire da domani si giocherà il primo posto del girone nella tappa di Giugliano di Napoli.

Tra i protagonisti dell'immacolato percorso in Serie A del Terracina BS c'è sicuramente Alessio Frainetti, capitano e uomo simbolo biancoceleste, oltre che vero e proprio punto di riferimento per l'intero ambiente terracinese.

- Alessio, iniziamo l'intervista dalla Coppa Italia, persa soltanto in finale contro Catania. Quanto hanno pesato gli episodi nell'economia generale del match e come ha metabolizzato la delusione il Terracina BS.

Gli episodi, purtroppo per noi, sono stati decisivi. Non mi riferisco soltanto agli episodi arbitrali, ma anche a qualche piccolo errore dettato dalla nostra inesperienza come, ad esempio, il non sapere gestire il doppio vantaggio e nel subire gol nei momenti chiave del match. Ma la sconfitta non ci ha abbattuti, abbiamo immediatamente mandato giù questo boccone amaro, ripartendo di slancio negli allenamenti per preparare al meglio queste ultime due tappe.

- Il Terracina BS inizierà la tappa di Giugliano di Napoli da primo in classifica. Durante questa tre giorni affronterete il sorprendente Palazzolo, il Canalicchio CT e il vostro avversario storico Catania. Con la qualificazione ormai in tasca, c'è il rischio di cali di concentrazione? Quanto è importante chiudere la fase a gironi in testa?

Anche se siamo già qualificati, non possiamo assolutamente permetterci passi falsi. In primis perchè il Mister, subito dopo la sconfitta con Catania, ci ha spronati a chiudere nel migliore dei modi questa fase del campionato e, in seconda battuta, perché tutti noi vogliamo arrivare primi. Perciò, dovremo partire subito forte domani contro una squadra importante come il Palazzolo per poi concludere al meglio contro il Catania, squadra con la quale abbiamo dimostrato di poter competere ad armi pari.

- Dalla faticosa qualificazione alla fase finale (con eliminazione ai quarti per mano del Viareggio BS) dello scorso anno all'imbattibilità in regular season 2018: cosa è cambiato nel Terracina BS?

L'aver acquisito consapevolezza nei nostri mezzi, che avevamo iniziato a maturare già sul finale della scorsa stagione. Quest'anno sin dal primo allenamento ho avuto l'impressione che ogni singolo giocatore fosse pienamente conscio delle proprie potenzialità. Poi il salto di qualità dell'intera società e del nostro mister D'Amico, insieme alla campagna acquisti azzeccatissima hanno fatto il resto, permettendoci di esprimere al meglio tutte le nostre qualità.

- Dopo la tappa napoletana, inizierà la preparazione per la Poule Scudetto, in programma a Catania dal 10 Agosto prossimo: il Terracina può essere inserito tra le pretendenti al titolo?

Inevitabilmente sì. Anche se penso che la fase finale sia un campionato a parte, dove può succedere veramente di tutto. Dopo le prime tappe - compresa la Coppa Italia - giocate alla grande non possiamo più nasconderci: dobbiamo provare innanzitutto a migliorare il piazzamento dello scorso anno, e poi di provare a conquistare nuovamente lo Scudetto.
Top