logo
Categoria: Calcio a 11
promozione-hermada-mistral-gaeta-0-4-marciano-tripletta-e-mariniello-calano-il-poker

Promozione - Hermada-Mistral Gaeta 0-4: Marciano (tripletta) e Mariniello calano il poker

Una gara senza storia, dal primo all'ultimo minuto. La Mistral Gaeta strapazza l'Hermada, volando in testa alla classifica e mandando in crisi la squadra di Pannozzo. La tripletta di Marciano e il graffio di Mariniello firmano il poker gaetano del "Della Vittoria", sentenziando la quinta vittoria esterna gialloblu e la seconda sconfitta con quattro reti al passivo dei borghigiani. 

La partita

La foga e l'impeto delle prime battute mostrano una Mistral aggressiva e vogliosa di riscattare l'ultimo pari interno con lo Sporting Vodice. Il primo, illusorio squillo, è rossoblu con il tiro stretto sul primo palo di Marconi sul fondo; da questo momento in poi i gaetani salgono in cattedra e solo un Masala in versione Superman salva per ben due volte la marcatura di Mariniello, evitando il peggio sui tentativi da distanza ravvicinata del bomber ospite. 

La traversa colpita dal solito Mariniello e il tiro di Carnevale respinto da Masala  fanno da preludio all'inevitabile vantaggio siglato da Marciano al 31', che con un perfetto stacco aereo dentro l'arietta piccola elude l'immobile difesa rossoblu e firma la prima rete gaetana. 

Passano solo sessanta secondi e basta una verticalizzazione di Vuolo per Marciano per provocare il raddoppio del dieci della Mistral e - virtualmente - chiudere l'incontro.

La gara termina qui, mentre continua il tiro a bersaglio gaetano, con Fortunato (parata d'istinto) e Marciano (tiro centrale da ottima posizione) che non concretizzano la mole di gioco creata, a differenza di Mariniello, a segno con un tiro di destro sul primo palo che fulmina l'estremo rossoblu.

Chiuso il primo tempo, l'Hermada non cambia marcia neanche nella ripresa. La Mistral, allora, chiude i giochi con il poker di Marciano, lesto nello sfruttare la respinta di Masala sul colpo di testa di Mastroianni finito sulla traversa e nello spingere  - con la porta sguarnita - il pallone dentro.

Il resto della sfida è accademia pura, tra la girandola di cambi e i salvifici miracoli di Masala ad evitare un passivo ancora più pesante. La Mistral si conferma squadra inarrestabile in trasferta, l'Hermada, invece, una compagine troppo fragile mentalmente quando gli episodi (e gli avversari) vanno nella direzione opposta a quella auspicata. 

IL TABELLINO

HERMADA-MISTRAL GAETA 0-4 (0-3)

Hermada: Masala, Di Cicco, Trani, Zanella, Piccione (1' st Vitiello, 13' st Venerelli), Gurgui, Marconi, Manauzzi (24' st Di Girolamo), Zandonà, Mucciarelli, Di Trocchio. A disp.: Bagnariol, Reali, Cullhaj. All.: Pannozzo.
Mistral Gaeta: Cenerelli, Impesi, Bernisi, Carnevale, Mastroianni, Fortunato, Siniscalchi, Vuolo, Mariniello, Marciano (20' st Aprile), Bruni. A disp.: De Bonis, Guglietta, Di Franco, Castillo, Lardi, Vitale, Carasuolo. All.: Parisella.
Arbitro: D'Anelli di Ciampino. 
Marcatori: 31' pt, 33' pt e 6' st Marciano, 44' pt Mariniello. 
Note - ammoniti: Bernisi (M), Gurgui (H).
Top