logo
Categoria: Volley
volley-terracina-focus-sul-vivaio-fusco-michelessi-e-pina-le-speranze-del-futuro

Volley Terracina, focus sul vivaio: Fusco, Michelessi e Pina le speranze del futuro

Pochi giorni fa abbiamo accennato che nella preparazione della prima squadra della Volley Terracina che affronterà il campionato di serie C, c’è anche la presenza di alcuni elementi del settore giovanile, aggregate alla rosa da coach Pesce.

Per l’esattezza si tratta di tre ragazze che si sono messe in bella evidenza la scorsa stagione, brave tanto quanto tutto l’intero gruppo delle Under e che posseggono delle capacità non indifferenti per la loro età, tanto da meritare la chiamata in prima squadra a coronamento del loro percorso di crescita.

Si tratta di Asia Fusco (2004), Sara Michelessi (2004) e India Pina (2003), tre giovani promesse del futuro, rispettivamente nei ruoli di libero, palleggiatrice e centrale, che sin dai primi giorni stanno sudando in palestra, impegnandosi non poco, ascoltando con attenzione tutte le direttive che il coach Pesce e il suo stafftecnico impartiscono, lavorando sodo e, al pari delle loro colleghe più grandi, svolgere un ruolo da protagoniste e non certo da comprimarie.

E’ un piacere vederle lavorare, sempre attente a qualsiasi dettaglio, ad ogni sfaccettatura riveste il volley dei “grandi”, cercare di carpirne quanto più possibile ogni segreto anche e soprattutto attraverso le parole dell’allenatore.

Le tre ragazze sono reduci da una stagione dove hanno affrontato il campionato di Under 14 e 16 sotto la guida del tecnico terracinese Paolo Terenzi, arrivando alle finali regionali e la loro chiamata, non fa altro che seguire quella di Noemi Polverino (2003), avvenuta lo scorso dicembre, altro elemento oramai in pianta stabile nella formazione maggiore.

Così facendo la società non fa altro che seguire, ancora una volta, la propria vocazione, quella cioè di forgiare e produrre elementi giovani validi che diventino nel proprio futuro la spina dorsale della prima squadra, valorizzando ancora di più il settore giovanile, oramai certificato da tutti gli addetti ai lavori come il fiore all’occhiello della società stessa.







 

Top